Florianopolis: il Brasile ed un viaggio da incubo

Statisticamente parlando, quante probabilità ci sono che tutto, ma proprio tutto vada male in una vacanza? E per “male” intendo un susseguirsi di eventi nefasti, dieci giorni interminabili in cui è successo di tutto: dalla tempesta peggiore degli ultimi anni, ad un avvelenamento da acqua contaminata. Così è stato il mio viaggio in Brasile.

Bienvenidos a la Republica de La Boca, l’Italia a Buenos Aires

A Buenos Aires, il quartiere La Boca è stato abitato sin dalla fine dell’ 800 da immigrati italiani, soprattutto genovesi. Qui, dove vivevano ammassati nei “conventillos”, gli immigrati inventarono il tango e fondarono le squadre di calcio più importanti dell’Argentina: il River Plate ed il Boca Juniors.

7 posti che mi hanno lasciato senza fiato

Ho avuto la fortuna di visitare tanti posti bellissimi, ma solo alcuni mi hanno provocato i brividi, quei brividi piacevoli intendo, una sensazione che è un misto di incredulità e meraviglia che ti fa quasi salire le lacrime agli occhi e ti fa pensare: “wow! Non ci posso credere di essere qui!” Questa è la mia personale lista dei 7 posti che più di tutti mi hanno lasciato senza fiato.

I 30 anni, l’ansia e la crisi esistenziale

Noi trentenni di oggi, soprattutto noi donne, siamo state caricate di troppe aspettative, dai nostri genitori e dalla società in generale. Siamo state forse la prima generazione di ragazze alla quale è stato detto che è importante studiare, fare carriera, fare soldi e diventare “qualcuno”, ma allo stesso tempo, agli occhi della società, è importante trovare un marito, (“Dio ce ne scampi, mica vorrai rimanere zitella!”) fare dei figli ed avere una famiglia stile Mulino Bianco. La realtà è che solo pochissime di noi ci sono riuscite. La frustrazione che deriva dall’impossibilità di soddisfare le aspettative, ci porta a fare continui paragoni con i coetanei che ai nostri occhi ci sembrano “realizzati”, a chiederci cosa abbiamo sbagliato, cosa c’è che non va in noi.

Viaggi da femmina

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in un articolo che parlava di “turismo al femminile”, in cui erano elencate le “destinazioni adatte ad una donna”. Non è la prima volta che mi capita di leggere articoli del genere, molti dispensano “consigli per partire da sola” (che il più delle volte elencano i soliti ammonimenti che…

10 cose stupide che ho fatto in viaggio

Ero indecisa se scrivere o meno questo articolo ed esporre così al mondo la mia ingenuità, raccontando di tutte quelle volte che, in viaggio, ho fatto qualcosa di stupido. Ok, non proprio tutte le volte, altrimenti non basterebbe un libro! Parlo di quegli errori che l’inesperienza, l’ingenuità e a volte la mia natura idealista, mi…

San Gil e Barichara: qui dove il tempo si è fermato

Ai piedi delle Ande colombiane, ma pur sempre a circa 1000 metri d’altitudine, si trova un piccolo gioiello incastonato in una natura lussureggiante, tra territori montuosi, alberi centenari, cascate imponenti e fiumi agitati. Si tratta di Barichara, uno dei pueblos più belli della Colombia centrale

Il mare dai 7 colori di San Andrés, Caraibi

Diciamo la verità, il nostro viaggio in Perù e Bolivia non è stata una vera e propria vacanza rilassante… anzi, una volta tornate a Bogotà io e Fede siamo così stanche e prive di forze che pensiamo di meritarci una vacanza come si deve e, almeno per me, una vacanza non può definirsi tale se…

Cuzco: la capitale dell’impero Inca

Dopo 23 ore di bus, aver costeggiato il Pacifico, attraversato un deserto ed essere saliti fino a 3400 metri sulla cordigliera delle Ande fino a vedere la neve, finalmente raggiungiamo la nostra destinazione: Cuzco!